La compagnia BELARUS FREE THEATRE vince il premio IMPATTO TOTALE, assegnato durante il Festival Fringe di Edimburgo e dedicato alla memoria di Vincenzo Cerami

Domenica 25 agosto, a conclusione dell’ultima replica dello spettacolo Trash Cusine, la Direttrice dell’Istituto di Cultura Italiana ad Edimburgo Stefania Del Bravo, ha consegnato il premio IMPATTO TOTALE ad una delle più interessanti e impegnate compagnie teatrali europee, il Belarus Free Theatre.

Il premio, creato dall’Istituto Italiano di Cultura ad Edimburgo, con collaborazione de La MaMa Umbria International e la consulenza della Infallibile Production, proietta la compagnia vincitrice verso Spoleto per partecipare al La MaMa Spoleto Open 2014, evento speciale fringe delloSpoleto Festival dei 2 Mondi. Rinnova e rafforza la collaborazione tra Spoleto ed Edimburgo, già avviato nel 2012 da Vincenzo Cerami, durante il suo mandato come Assessore alla Cultura del Comune di Spoleto, alla cui memoria viene dedicata questa prima edizione del premio.

La forza dell’insegnamento di Vincenzo Cerami, il suo desiderio di far dialogare attraverso l’arte e il teatro generazioni e culture diverse, continua a lasciare segni di grande valore – ha dichiarato il Sindaco Daniele Benedetti – Con il premio Impatto Totale si è voluto non solo ricordare l’impegno che Vincenzo ha profuso durante il suo mandato di assessore alla cultura per creare un legame forte tra la nostra città e il Fringe di Edimburgo, ma anche rimarcare quella che era la sua visione dello spirito fringe, un’opportunità per rivitalizzare il teatro contemporaneo e il rapporto con il pubblico”.

Per la selezione iniziale sono stati coinvolti alcuni artisti italiani presenti a Edimburgo. Quest’anno la partecipazione italiana al festival è stata nutrita, con spettacoli originali che hanno riscosso molta attenzione di pubblico e critica. Vista l’alta qualità delle candidature non è stato facile indicare un solo vincitore. Alla fine, la giuria composta dalla Direttrice Stefania Del Bravo, gli artisti Andrea Brunello e Silvia Gallerano (vincitrice tra gli altri del Fringe First Award 2012, come migliore interprete per il monologo La Merda), Stefania Bochicchio, direttrice di Infallible Productions Ltd., Adriana Garbagnati e Andrea Paciotto, rispettivamente direttore organizzativo ed artistico de La MaMa Spoleto Open, ha deciso unanimemente di assegnare il premio allo spettacolo del Belarus Free Theatre per la forza espressa in scena, per l’impegno nell’affrontare con coraggio, integrità ed inventiva tematiche di rilevanza sociale e politica, per la straordinaria capacità tecnica ed artistica accompagnata da una forte poesia che ha emozionato il pubblico presente.

La testimonianza politica e artistica di questa compagnia bielorussa, condannata da anni alla clandestinità, è davvero eccezionale. Gli artisti del Belarus sono stati banditi dai teatri ufficiali del loro paese per l’opposizione al regime di Lucashenko, hanno subito più volte la detenzione, vivono schedati, controllati, senza fissa dimora. Fuori dal loro paese, i teatri di tutto il mondo si sono mobilitati per sostenerli. Negli anni la Compagnia è stata invitata nei maggiori festival ricevendo il sostegno di importanti personalità del teatro e della vita pubblica internazionale come Vaclav Havel, Mick Jagger, Ariane Mnouchkine, Mark Ravenhill, Jude Law, Kevin Spacey, Tom Stoppard, Harold Pinter e molti altri. Nonostante le difficoltà, il gruppo è riuscito in pochi anni a far conoscere il proprio lavoro in tutto il mondo.

L’impegno più sentito dalla Compagnia è per l’abolizione della pena di morte e il nuovo lavoroTrash Cusine, presentato al Fringe di Edimburgo, affronta proprio questo argomento. Uno spettacolo provocatorio e urgente, che colpisce l’immaginario con momenti di dark humor. Riunisce testimonianze reali con estratti di tragedie shakesperiane, musica dal vivo e danza: una sfida nei confronti della Bielorussia e di tutti gli altri paesi – sono ben 95 – che ancora oggi nel mondo praticano la pena di morte.

Gli organizzatori de La MaMa Spoleto Open e il Comune di Spoleto sono molto contenti di questo importante risultato che contribuisce a rafforzare il prestigio e il riconoscimento internazionale che la manifestazione spoletina ha ricevuto in così poco tempo.